Corso di formazione per operatori delle relazioni di aiuto organizzato da Centro di Terapia dell’Adolescenza e Libera compagnia di Arti e Mestieri Sociali.

Quando un bambino o ragazzo viene seguito nell’ambito di un contesto di aiuto a causa di situazioni di fragilità e/o pregiudizio, il compito di chi lo accoglie può essere straordinariamente difficile. Coloro che sopravvivono ad esperienze sfavorevoli possono infatti mettere a dura prova chi si occupa di loro, nonostante le buone intenzioni di questi ultimi. E nelle situazioni più complesse, si possono innescare dinamiche relazionali disfunzionali che possono determinare esiti negativi da un punto di vista emotivo e comportamentale. Obiettivo del percorso formativo sarà discutere le modalità di funzionamento di tali bambini e ragazzi, riflettere sulle risorse e sui limiti dell’azione educativa e fornire spunti teorici e di intervento per l’educatore impegnato con questo difficile compito.

Programma
Lunedì 25 febbraio 2019, ore 9.00 – 13.00 dott.ssa Sara Lombardi
“Il funzionamento di bambini e adolescenti cresciuti in contesti sfavorevoli alla luce della teoria dell’attaccamento – parte I” 
  • Una chiave di lettura per comprendere gli effetti e gli esiti di esperienze sfavorevoli infantili: la teoria dell’attaccamento
  • Teoria dell’attaccamento e genitorialità: la qualità della relazione tra genitori e figli come premessa ad uno sviluppo favorevole dei figli;  gli stili di attaccamento e le loro caratteristiche; le rappresentazioni mentali di sé e dell’altro
  • Il ruolo della storia personale nello sviluppo della competenza genitoriale
  • Perché ci sono genitori che mettono a rischio i loro figli? Le ragioni che sottendono alle gravi difficoltà nella funzione genitoriale e la distorsione del comportamento protettivo
Giovedì 7 marzo 2019, ore 9.00 – 13.00 dott.ssa Sara Lombardi
“Il funzionamento di bambini e adolescenti cresciuti in contesti sfavorevoli alla luce della teoria dell’attaccamento – parte II” 
  • Chi sono e come funzionano i minori che si incontrano nei contesti di aiuto: le rappresentazioni di sé e degli altri, le strategie comportamentali, i riattivatori traumatici.
  • Esperienze sfavorevoli infantili, ferite nell’attaccamento ed esiti psicopatologici: i bambini “feriti dentro”, i comportamenti aggressivi, ribelli e a rischio degli adolescenti alla luce della teoria dell’attaccamento, la metafora del Sé onnipotente e del Sé ferito come base per gli interventi con i minori aggressivi e ribelli.
Lunedì 25 marzo 2019, ore 9.00 – 13.00 dott.ssa Chiara Ronconi e dott.ssa Claudia Ermetici
“La comunità tutelare: la riparazione del trauma dal punto di vista educativo e clinico”
  • Cornici teoriche di riferimento
  • Metodologia del lavoro in comunità: il lavoro con i minori, con i genitori, con la rete
Lunedì 8 aprile 2019, ore 9.00 – 13.00 dott.ssa Chiara Ronconi e dott.ssa Annalisa Crafa
“La comunità tutelare: organizzazione e approfondimento sui principali strumenti di lavoro”
  • La coerenza delle proposte educative e organizzative nell’approccio relazionale quotidiano;
  • La progettazione individualizzata, la programmazione della settimana, la conduzione delle visite e dei colloqui con i genitori,; 
  • I report degli interventi specialistici, gli strumenti operativi (orologio delle emozioni, zaino dei ricordi, …)
Lunedì 6 maggio 2019, ore 9.00 – 13.00 dott.ssa Chiara Ronconi e dott.ssa Sara Lombardi
“L’azione educativa tra potenzialità e limiti – parte I”
  • Emozioni, pensieri e comportamenti di fronte a bambini e ragazzi “difficili”: 
  • Le caratteristiche dell’”educatore-base sicura” nella relazione educativa
  • L’impatto del lavoro educativo sugli operatori
  • Il modello transazionale
  • La traumatizzazione secondaria nell’operatore
  • La costruzione dell’alleanza, strategie di ingaggio, trappole da evitare
  • Esercitazioni e discussione
Lunedì 20 maggio 2019, ore 9.00 – 13.00 dott.ssa Chiara Ronconi e dott.ssa Sara Lombardi, dott.ssa Francesca Piscioneri e Federica Parmi
“L’azione educativa tra potenzialità e limiti – parte II”
  • Fare gruppo, fare squadra: l’importanza del lavoro in équipe e del lavoro di rete: costruire, mantenere e migliorare la comunicazione all’interno del gruppo di lavoro
  • Come attivare una buona comunicazione e una collaborazione proficua con tutti i servizi e gli operatori coinvolti
  • Buone prassi per essere un ‘buon educatore’: esercitazioni e discussione

Destinatari: Il corso è rivolto a educatori, psicoterapeuti, psicologi, operatori psicosociali, mediatori familiari, counselor, studenti delle scuole di specializzazione in psicoterapia, e a tutti gli interessati alle tematiche. Il numero dei posti è limitato; il corso sarà attivato con il raggiungimento di un numero minimo di partecipanti. Al termine del corso sarà rilasciato attestato di partecipazione.

Metodologia: Il corso avrà una metodologia didattica attiva e interattiva, che prevede, accanto ad input teorici e metodologici, proposta e discussione di casi esemplificativi.

Sede: Il corso si svolgerà presso il CTA – Centro di Terapia dell’Adolescenza, Via Valparaiso 10/6, Milano (MM2 Sant’Agostino).

Staff didattico

Sara Lombardi. Psicologa psicoterapeuta, formatrice CTA, Responsabile del Settore Adozione del CTA di Milano.

Chiara Ronconi. Psicologa junior, pedagogista, coordinatrice della Comunità “L’Ora Blu” di San Giuliano Milanese (Mi) e coordinatrice scientifica “Area Accoglienza” della Cooperativa Libera Compagnia di Arti & Mestieri Sociali.

Claudia Ermetici. Psicoterapeuta, psicodiagnosta, psicologa della Comunità “L’Ora Blu” di San Giuliano Milanese (Mi).

Interverranno le educatrici senior della Comunità “L’Ora Blu” di San Giuliano Milanese (MI): Dott.ssa Francesca Piscioneri, Dott.ssa Annalisa Crafa, Federica Parmi.

Costo: Il costo dell’intero corso è di euro 300,00. 

E’ possibile pagare mediante bonifico bancario, intestato a C.T.A., Credito Bergamasco, codice IBAN IT47P0503401636000000036611. L’iscrizione sarà considerata valida all’atto del pagamento.

ISCRIVITI AL CORSO

CHI SONO

SE OPERATORE, COMPILARE I SEGUENTI CAMPI:

SE LA FATTURA VA INTESTATA ALL'ENTE DI APPARTENENZA SPECIFICARE:

INFORMATIVA SULLA PRIVACY

Come esplicitato nell’informativa sulla Privacy Policy; informato delle finalità e modalità del trattamento e rilevato che lo stesso è rispettoso del Codice della privacy, esprimo il consenso al trattamento dei miei dati personali anche per la loro eventuale comunicazione a terzi nei limiti indicati nell’informativa (punto 1 comma a).

MODALITA' DI PAGAMENTO

Il pagamento dovrà avvenire mediante bonifico bancario, intestato a C.T.A., Credito Bergamasco, codice IBAN IT47P0503401636000000036611
Informazioni sul pagamento disponibili anche nella pagina successiva all'acquisto.



Chiama CTA