Il CTA investe sullo sviluppo di offerte di servizi educativi domiciliari e scolastici.

Ha dato vita e gestisce la comunità residenziale per minori “Campo Base” di Busto Garolfo (MI).

Interventi educativi: STAR BENE A SCUOLA

 

La scuola è l’ambito privilegiato nel quale bambini e ragazzi apprendono, sviluppano le loro potenzialità, imparano a conoscere i contesti e a rispettarne le regole, stringono relazioni con i pari e con adulti significativi, ma è anche un contesto nel quale emergono profonde difficoltà. A scuola si incontrano ogni giorno bambini e ragazzi che non imparano, bambino e ragazzi che disturbano, che non rispettano le regole, che fanno fatica a stare con gli altri, adolescenti difficili, autori di bullismo o di altri comportamenti al iimite della legalità o apertamente illegali. La scuola ha un ruolo cruciale nel far sì che questi bambini e ragazzi riescano a sviluppare a pieno le loro potenzialità evitando il rischio dell’esclusione sociale e dello sviluppo di più gravi disturbi psicologici.

L’intervento educativo a scuola è volto a sostenere nella quotidianità alunni con bisogni educativi speciali (BES) e/o diagnosi di difficoltà di apprendimento, diagnosi funzionale e/o disabilità, favorendo il loro apprendimento didattico e aiutandoli a costruire e mantenere relazioni positive tra i compagni e con gli insegnanti. L’educatore lavora in classe, in stretta collaborazione con il personale docente, i servizi coinvolti e la famiglia dell’alunno a cui è affiancato. Condivide con gli insegnanti le strategie operative da utilizzare, specifiche per i bisogni dell’alunno, ma integrate con il lavoro dell’intera classe. Compito dell’educatore è anche quello di trasformare la presenza di un alunno con difficoltà nell’occasione per attivare un processo positivo di crescita e di apprendimento per tutti gli alunni della classe. L’educatore è parte di un’équipe coordinata, formata e supervisionata da specialisti CTA.

 

Comunità educativa CAMPO BASE

 

Campo Base è una comunità educativa residenziale che accoglie minori nella fascia d’età 3-16 anni, temporaneamente allontanati dalla propria famiglia di origine dall’Autorità Giudiziaria e/o dai servizi preposti, sita in Busto Garolfo, via San Giovanni Bosco 14/a. Non sono accolti minori aventi caratteristiche e bisogni di cura più indicati alle attività svolte dalle comunità terapeutiche che integrano livelli educativi e medici-psichiatrici.

La comunità nasce dall’esperienza del CTA, fornisce accudimento e cure psicopedagogiche a minori in regime residenziale; a tal fine si avvale di una metodologia di lavoro basata sul coinvolgimento delle famiglie di origine e sull’integrazione innovativa tra intervento educativo e terapeutico.

Campo Base offre ai minori e ai loro genitori la possibilità di sperimentare un percorso di recupero promuovendo un’esperienza emozionale correttiva e la riparazione dei modelli di attaccamento familiari. L’obiettivo è che la comunità si costituisca, per il tempo necessario, come base sicura per sostenere genitori e figli nella ricostruzione di relazioni sufficientemente stabili e protettive.

Il percorso in Comunità ha carattere transitorio e temporaneo: l’obiettivo è definire, nel tempo di 18-24 mesi, un progetto che consenta al minore un collocamento appropriato alla sua crescita. La natura specifica del progetto prevede la presa in carico del minore e quella dei genitori, attraverso la realizzazione di un percorso pedagogico-terapeutico volto a promuovere la genitorialità positiva attraverso l’individuazione e il potenziamento delle risorse residue. La peculiarità della nostra Comunità è quella di offrire anche un sostegno ai genitori per il recupero delle competenze genitoriali. Qualora il rientro nella propria famiglia di origine non sia praticabile si progettano eventuali collocamenti eterofamiliari che vengono opportunamente preparati.

 

PERSONALE

La comunità ha un dirigente di struttura e un’équipe educativa.

L’équipe educativa è composta da educatori professionali in rapporto 1:5 con i minori ospiti. Gli operatori si alternano in turni, garantendo flessibilità di orari, concordati in équipe in base a specifiche esigenze del momento e mantenendo una turnazione stabile nel tempo che copre 365 giorni all’anno.

L’attività clinica viene gestita da CTA attraverso la sua équipe clinica composta da psicologi psicoterapeuti con esperienza nel lavoro con minori e famiglia negli ambiti del maltrattamento e l’abuso sessuale, l’affido familiare e le crisi adottive. L’équipe clinica collabora con l’equipe educativa sull’andamento del percorso, dando anche indicazioni di possibili interventi educativi da attuare alla luce di quanto emerso nei percorso terapeutico.

 
APERTURA AL TERRITORIO

La comunità, collocata in una posizione centrale all’interno del paese di Busto Garolfo, è aperta allo scambio e alla collaborazione con le realtà del territorio. Tale collocazione è strategica sia per la vicinanza a diversi enti educativi, sia per la presenza di un parco circostante. La comunità, anche grazie alla disponibilità del comune di Busto Garolfo, proprietario della struttura e dei comuni del Piano di Zona del Legnanese, che hanno promosso e sostenuto l’apertura della Comunità Campo Base, si avvale della collaborazione di diversi enti sia sul territorio del comune di Busto (oratorio, scuola, realtà di volontariato), che nel più vasto ambito territoriale del legnanese.

 

CRITERI DI ACCESSIBILITA’

La richiesta di inserimento in Comunità, corredata da copia del provvedimento e relazione di presentazione (con eventuali relazioni degli interventi educativi e psicologici pregressi), va inoltrata via e-mail al Dirigente di Struttura (diego.valeri@centrocta.it).

Dopo una valutazione accurata da parte del Dirigente di Struttura e dell’équipe clinica, circa la compatibilità del progetto individuale del minore con il progetto comunitario e con il gruppo degli ospiti già presenti, verrà proposto un primo incontro di approfondimento presso la comunità per visionare la struttura e per definire il progetto complessivo, valutando tempi e modalità di inserimento. Gli operatori di Campo Base sono disponibili ad accompagnare gli operatori del servizio tutela nell’inserimento del minore, con momenti di conoscenza del minore stesso, dei genitori e di eventuali altre figure di riferimento.

Sono preferenzialmente accolti minori la cui situazione familiare presenta la possibilità di avviare un lavoro di rielaborazione, sostegno e modifica dei comportamenti pregiudizievoli da parte dei genitori.

L’esperienza specifica del CTA in ambiti di tutela minorile consente l’accompagnamento e la cura anche di situazioni di abuso sessuale e trauma, crisi adottive, affidi familiari ed eterofamiliari falliti.

Al seguente link la Carta dei Servizi della Comunità Campo Base: https://www.centrocta.it/newsletter/CampoBase_CartaSERVIZI_2020.pdf

CONTATTI UTILI

Per informazioni sui servizi educativi: educativa@centrocta.it

Per informazioni sulla Comunità: campobase@centrocta.it

Call Now ButtonChiama CTA